SERVIZIO CLIENTI 0541 628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Cerca nel Sito

VUOI PARLARE CON NOI?

CONTATTA IL SERVIZIO CLIENTI

0541 628242

dal Lunedì al Venerdì, dalle 8.30 alle 17.30

L’attività negoziale delle istituzioni scolastiche

› Casi pratici e modulistica

Con schemi pronti all’uso

Autori Giacomo Zerega
Argomenti www_libreriamaggioli_it > Appalti e Contratti
Editore Maggioli Editore
Pagine 196
Pubblicazione Giugno 2020 (I° Edizione)
Collana Appalti & Contratti

Consulta il
volume online

Vuoi questo volume in
versione cartacea?

Dettagli

Il presente lavoro nasce con l’intento di affrontare la complessa materia degli appalti pubblici dal punto di vista delle Istituzioni scolastiche.

È vero che il Codice degli appalti è uno e vale per tutte le Amministrazioni pubbliche; resta il fatto, però, che bisogna considerare tutta la normativa di settore che, ovviamente, fa delle Istituzioni scolastiche un centro a sé di imputazione di obblighi giuridici assolutamente peculiari.

L’indagine è limitata alle sole procedure di cui all’art. 36 del d.lgs. n. 50/2016 per l’affidamento di servizi e forniture.

Non sembra, ma le due tipologie di affidamento di cui alle lettere a) e b) della predetta norma aprono distese di riflessioni.

Il materiale su cui lavorare, pertanto, è di quantità e di qualità.

Il testo ha una duplice pretesa.

Da una parte, vuole essere un manuale di diritto a tutti gli effetti, con una serie di rimandi a dottrina e giurisprudenza e con tanto di riflessioni personali dell’autore.

Dall’altra, invece, è pensato come una guida preziosa che accompagni l’operatore della Scuola, passo dopo passo, nella gestione di una procedura di gara.

A tal fine, partendo da casi concreti, se pur di fantasia, si è provato a gestire alcune gare proprio come se si fosse in ufficio.

Gli atti, pertanto, sono redatti nel loro ordine naturale e sono collocati nel testo e accompagnati da alcune riflessioni a suffragio delle scelte effettuate.

Il servizio di stampa manifesti, ad esempio, è stato utile per illustrare le dinamiche dei micro-acquisti.

Per alcuni servizi non occasionali, come il servizio socio-educativo per alunni disabili, invece, si è dimostrata l’utilità della costituzione di un elenco di operatori economici.

La simulazione di acquisto e installazione di alcune LIM, infine, ha permesso di accompagnare il lettore nella gestione di una fornitura da aggiudicare con la procedura di cui all’art. 36, c. 2, lett. b), del d.lgs. n. 50/2016.

E ancora, la pandemia da Covid-19 ha reso necessario, perlomeno, impostare una gara secondo le disposizioni normative del recente Decreto “Cura Italia”.

Giacomo Zerega
Istruttore direttivo amministrativo presso il Comune di Chiavari, si occupa di cultura e appalti pubblici.